Suggerimenti da Semalt sulla rimozione dei riferimenti spam da Analytics

Il numero di segnalazioni di spam sul Web oggi continua a raggiungere il picco. Alcune agenzie coinvolte nei siti Web dei clienti hanno segnalato incidenti in cui numerosi segnalazioni di spam compaiono nei loro rapporti di Google Analytics. È indispensabile intraprendere azioni che aiutino a eliminare lo spam di riferimento il più rapidamente possibile dai rapporti di analisi. Sono una fonte di asimmetria nelle statistiche sulle prestazioni, con conseguente errata interpretazione delle operazioni del sito. Inoltre rappresenta un rischio per gli utenti che visitano il sito. Il motivo è che questi utenti potrebbero voler visitare il sito del referente e finire per ottenere i loro sistemi informatici infettati da virus o trojan.

Esistono molti modi per rimuovere i collegamenti spam per i rapporti di Google Analytics. Ognuna di queste tecniche ha i loro meriti, ma il metodo seguente, specificato da Artem Abgarian, Senior Customer Success Manager di Semalt , è ritenuto il più efficiente. Ridurrà la maggior parte dei rischi associati allo spam referral.

Per iniziare il processo, apri il tuo profilo Google Analytics e seleziona la vista a cui applicare le impostazioni del filtro. Ricorda sempre di creare una nuova vista durante l'implementazione dei filtri e di lasciarne uno non filtrato per fungere da fonte di dati non elaborati e punto di backup se qualcosa va storto.

1. Filtro bot

È una nuova funzionalità di Google Analytics che filtra parte della visualizzazione dei bot nei rapporti di analisi. Non elimina integralmente lo spam di riferimento, ma funge da buon punto di partenza. Seleziona le impostazioni dal profilo di visualizzazione che desideri filtrare. Nella parte inferiore di questa pagina è aperta una casella di controllo, che richiede all'utente di escludere tutto il traffico da bot e spider noti. Controllalo e ora sei pronto per partire.

2. Aggiunta di esclusioni di referral

È abbastanza semplice ma richiede un po 'più di sforzo rispetto al filtraggio dei bot. Nella sezione Amministratore di GA, seleziona Tutti i filtri e nella parte superiore è presente un'opzione per creare un nuovo filtro (il pulsante in rosso). La configurazione a livello di account è più semplice da implementare e gestire. È possibile solo se l'utente corrente dispone delle autorizzazioni per la modifica dal webmaster.

Denominare il filtro con un nome descrittivo come "Rimuovi (sito)". Dovrebbe essere un filtro personalizzato nel tipo di filtro. Controlla il pulsante Escludi e dal menu a discesa nel campo filtro, seleziona "Referral". Incolla l'URL che desideri escludere nel modello di filtro. Scorri verso il basso fino all'area in cui l'utente sceglie quali viste applicare le impostazioni. Fare clic su uno e aggiungerlo all'elenco, quindi fare clic su Salva.

3. Test e verifica

È la fase finale del processo che prevede il monitoraggio dei rapporti di Google Analytics per le prossime due settimane per vedere se i filtri in atto funzionano. È importante includere una notazione all'inizio di questo processo che indichi perché c'era così tanto traffico prima dell'inizio del filtro. Se ci sono alcune modifiche positive visibili, ora è sicuro applicare i filtri alla vista principale. Esiste un lungo elenco di bot di spam online e ne vengono aggiunti di nuovi ogni giorno per aiutare i proprietari di siti a identificare dati di traffico innaturali e confrontarli con ciò che è nell'elenco.